Vista attraverso la lente dell’ultimo report The Future of Work del WEF,  la robot revolution sarà una pacchia. Per il 2025, le macchine svolgeranno più compiti degli esseri umani, quelli più ripetitivi e noiosi, o pericolosi, o troppo faticosi. In cambio nasceranno nuove figure professionali per nuovi posti di lavoro, migliorerà la qualità del lavoro, la flessibilità oraria e organizzativa. E avremo tutti bisogno di 101 giorni extra per la formazione.