Ammettiamolo, per il momento ne sappiamo tutti poco, anche perché in Italia la sua introduzione va piuttosto a rilento. Sono oltre 15 anni che in Italia si parla di Carta di Identità Elettronica (CIE), benché nel contesto europeo, siamo quasi l’unico Paese che rilascia ancora documenti di identità cartacei, che hanno il più alto livello di falsificazione. La CIE è uno dei pilastri dell’Agenda Digitale italiana, permetterà la circolarità e l’integrazione delle anagrafi a supporto di molteplici servizi pubblici, come ad esempio quello elettorale, scolastico, tributario e assistenziale. Vale la pena conoscerlo meglio.