Buone notizie per le persone interessate a diventare professioniste nel settore della cultura: Feltrinelli Education e MIP Politecnico di Milano hanno firmato una partnership per creare percorsi executive dedicati proprio a loro. Il primo sarà quello in Management della Cultura in partenza a marzo dell’anno prossimo.

Secondo i dati dell’Osservatorio Innovazione Digitale nei Beni e Attività Culturali della School of Management del Politecnico di Milano raccolti a maggio, nell’ultimo anno l’offerta delle istituzioni culturali ha subito una progressiva digitalizzazione: quasi una su due offre laboratori e attività didattiche (48%) e tour e visite guidate online (45%), il 95% ha un sito web (oltre +10%, rispetto all’anno precedente) e l’83% un account ufficiale sui social (+7% rispetto al 2020), un quarto mette a disposizione un’applicazione. Un altro dato significativo è che l’80% dei musei ha offerto almeno un contenuto digitale durante i mesi di chiusura. Inoltre sono sempre di più quelli che hanno pubblicato la collezione digitalizzata sul proprio sito web (69%, quasi il 30% in più in un anno). Nonostante ciò, in 3 musei su 4 (il 76%) manca ancora un piano strategico di innovazione che includa il digitale. “A livello italiano, un museo su due è dotato di professionisti con competenze dedicate al digitale. Di questi, solo il 6% ha un team dedicato con un digital manager alla guida” evidenzia Federico Frattini, Dean del MIP Politecnico di Milano.

“Siamo in un momento in cui profondi cambiamenti stanno investendo il settore della Cultura, a partire dall’accelerazione rispetto alla digitalizzazione data dalla pandemia, ma anche alla luce del Recovery Plan, che aprirà nuove opportunità per i giovani, e in linea con l’importante dichiarazione di Roma dei ministri del G20 della Cultura” commenta Massimiliano Tarantino, Direttore di Feltrinelli Education. Secondo le stime, infatti, il Recovery Plan creerà entro il 2023, 90mila posti di lavoro per le nuove generazioni. “Oggi l’evoluzione delle tecnologie digitali pone inedite sfide culturali e civili, aprendo nuove strade di crescita delle conoscenze ma anche importanti opportunità di ripartenza del settore, che implicano l’adozione di modelli strutturati sull’integrazione di innovazione e competenze economiche” conclude il Direttore.

WHITEPAPER
Ripensare il performance management. Quali nuovi approcci possibili? Scopri l’app Feedback4You!
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

Partendo da questo scenario, proprio per promuovere la contaminazione e integrazione di competenze culturali, economiche e digitali e sostenere e stimolare la ripresa del comparto della cultura attraverso la formazione di professionisti del settore nascono i master in ambito culturale di Feltrinelli Education e MIP Politecnico di Milano. È la prima volta che un grande editore nazionale e un’istituzione universitaria di eccellenza nel campo della formazione manageriale creano insieme dei master con l’obiettivo di rinnovare e sostenere il mercato della cultura.

Il Percorso Executive in Management della Cultura

Il primo percorso creato da MIP Politecnico di Milano e Feltrinelli Education propone un programma articolato che ha l’obiettivo sviluppare competenze, abilità e strumenti per interpretare le sfide del settore culturale e i nuovi modelli di esperienza estesa abilitati dal digitale e si rivolge ai professionisti, a tutti coloro che vogliono lavorare nel settore della cultura e in quello della valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale, anche nel mondo delle imprese.

Attraverso una struttura che vuole fornire una visione d’insieme sul lavoro culturale e le sue articolazioni, il master intende sviluppare competenze quali: la conoscenza del mercato culturale, la capacità di selezionare e gestire progetti e contenuti di interesse per il pubblico, lo sviluppo ed il controllo di piani economici, anche ricorrendo al fundraising, l’abilità nell’individuare i format e nel valorizzare e comunicare i progetti. Il corso si articola in un percorso teorico e pratico che condurrà alla presentazione di progetti di lavoro, costantemente monitorati e discussi dai docenti, a una platea di professionisti e stakeholder del settore.