Frequentare un master post laurea può determinare la carriera professionale? A questa domanda prova a rispondere l’infografica realizzata dall’Università Cusano.

Un master universitario per distinguersi sul mercato del lavoro

In un mercato del lavoro sempre più competitivo, ora grazie anche allo sdoganamento del remote working e alla conseguente possibilità per le aziende di accedere a risorse geograficamente distanti abolendo di fatto il vincolo spaziale, frequentare un master post laurea di primo o di secondo livello può rivelarsi una buona scelta strategica per emergere nella catasta di curriculum che regolarmente prende forma ogni qual volta si apre una posizione particolarmente interessante e dunque ambita. Tuttavia ciò sembra già essere abbastanza chiaro per i giovani. Analizzando infatti le ricerche online sulle keyword generiche inerenti all’argomento (master online, master universitario, etc.), l’infografica Unicusano evidenzia come nel 2021 l’interesse per i master si stia mantenendo alto, addirittura a un livello superiore rispetto al periodo pre-pandemia.

I master post laurea più ricercati dai giovani

WHITEPAPER
I 5 errori che caratterizzano la gestione delle Risorse Umane nel Manufacturing
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

Sempre analizzando le ricerche online, per quanto riguarda l’interesse per i diversi ambiti, in cima alla lista dei master più cliccati in rete, subito dopo le keyword generiche, spuntano i master post laurea in management o in business administration, seguiti dai master in marketing, quelli in risorse umane, e le specializzazioni in diritto e in criminologia poi. Con negli ultimi anni un interesse per i master in management, project management e business administration, che sembra aver superato quello per la gestione delle risorse umane. In calo anche le ricerche web su corsi in editoria e giornalismo.

Lasciando da parte le ricerche online e prendendo in considerazione le iscrizioni Unicusano rileva un incremento delle iscrizioni maggiore per i master particolarmente richiesti dal mercato del lavoro, ovvero: digital marketing, cybersecurity, data science, data analyst in ambito digitale, che è poi l’ambito dove si concentrano molte delle aspettative per il futuro non solo del nostro Paese, ma di tutto il pianeta; gestione del coordinamento sanitario anche a seguito dell’importanza acquisita dal settore medico a seguito dell’emergenza pandemica; e ancora europrogettazione e finanziamenti europei, banking e risk management, management del welfare aziendale, e il sempre valido Executive MBA.

I dati sull’occupazione giovanile dopo un master universitari

Prendendo a riferimento i dati rilevati da Almalaurea sui diplomati del 2019 (che in quell’anno hanno raggiunto il numero di 42.732 stando ai dati dell’Anagrafe Nazionale Studenti), l’infografica illustra la condizione occupazionale ad un anno dal conseguimento del master che si attesta all’86,9% in media con una percentuale più elevata per chi ha frequentato un master di secondo livello (90%) rispetto a chi ha frequentato un master di primo livello (84,4%). Per quanto riguarda invece i settori, l’area medica (94,4%) è quella che risponde meglio a livello di assunzioni post master, seguita dall’area scientifica e tecnologica (85,8%), area giuridica e sociale (83,8%), area umanistica (78,4%). Tra il master post laurea e il primo lavoro si attende in media 4,2 mesi (4,4 dopo un master di primo livello, 2,9 mesi dopo un master di secondo livello). Il lavoro a tempo determinato non è una chimera dopo un master post laurea che arriva per il 53,6% dei diplomati appena dopo un anno dalla conclusione degli studi con una retribuzione netta media di 1.745,00 euro, retribuzione che raggiunge anche le 1.954,00 euro in area medica.