Il mondo delle assicurazioni vive un grandissimo cambiamento grazie all’impatto della trasformazione digitale. Per indicare questo fenomeno è nato il termine insurtech (combinazione di insurance + technology), un ambito in cui le Compagnie tradizionali hanno avuto modo di confrontarsi con giovani startup e nuove idee innovative in grado di rivoluzionare il modo tradizionale di fare ‘assicurazione’. Generali Italia è una delle Compagnie assicurative con una cultura più innovativa e ha scelto la nostra Disruptor Challenge per entrare in contatto con il talento e le idee dei giovani.

Uno dei nostri articoli più letti di sempre è stato ‘Lavorare nelle assicurazioni, ecco perché è il momento magico‘, e sappiamo anche il perché: in questo mercato del lavoro oggi piuttosto caotico e apparentemente privo di certezze, molti giovani sono in bilico tra la ricerca di un’occupazione che li gratifichi, sia stimolante, ma offra anche opportunità di stabilità e carriera. Tutte legittime aspettative che l’industria assicurativa può oggi soddisfare,  sia a coloro che vorrebbero lavorare alle dipendenze di na grande azienda, sia a coloro che hanno spirito imprenditoriale e potrebbero sviluppare business idea per il settore.

Bene, partecipando alla Disruptor Challenge avrai l’occasione di mettere in luce il tuo talento agli occhi di Generali Italia e lo potrai fare con la tua ‘business idea’ o con la ‘future vision’. Ricordiamo infatti che tutti i finalisti potranno confrontarsi con il management delle aziende Partner del progetto,  dando visibilità alle proprie competenze e capacità. Un’occasione unica di confronto e conoscenza reciproca che potrebbe tradursi in una concreta opportunità lavorativa o di stage.

Generali Italia è la realtà assicurativa leader nel mercato italiano, un settore strategico e di grande rilevanza per la crescita, lo sviluppo e il welfare delle società moderne. Innovazione, digitalizzazione e customer experience rivestono un ruolo chiave nella sua strategia, e sono pienamente integrati in tutti i suoi processi: dal reclutamento e selezione, alle iniziative di welfare aziendale, fino alla promozione di modelli lavorativi dinamici e innovativi. Si contraddistingue anche per l’attenzione verso i suoi dipendenti e la volontà di crescere valorizzando la squadra, in un ambiente lavorativo trasparente, inclusivo, accessibile a tutti e attento alla responsabilità sociale.

Ecco perchè la sua sfida nella categoria FUTURE VISION  è dedicata appunto al welfare aziendale (da non confondore con le politiche di welfare dei Governi) e si intitola Generali Italia 2025: perché tante donne vogliono lavorare qui.

Questo il brief: Per le aziende è prioritario attrarre e trattenere talenti, ma come? E’ necessario trasformare uffici, modalità di lavoro, tipologie contrattuali, per andare incontro alle nuove aspettative della Gen Z. Basandoti su dati e trend reali, illustra come un’azienda globale contemporanea con migliaia di dipendenti e che da valore al capitale umano può declinare nei prossimi anni il concetto di welfare aziendale orientato al mondo femminile attraverso smart working, iniziative per il wellbeing, la salute, l’istruzione dei figli, la formazione, la carriera, la maternità, la famiglia, la sicurezza, wearable, app, flexible benefit, e…la tua future vision!

Alcune risorse utili:

Se vuoi capire meglio come scrivere la tua Future Vision, leggi questo articolo!

 

BUSINESS IDEA

Customer experience: come le nuove tecnologie di intelligenza artificiale e big data possono migliorare relazione e processi tra assicurazione e cliente

Un fronte che impegna molto una Compagnia che dia valore alla fiducia e alla relazione duratura con il cliente, è quello della customer experience, in particolare quando si gestiscono momenti critici come quelli in cui scatta la copertura assicurativa. Difficili perché spesso il cliente si sente disorientato: si rende conto di non avere piena consapevolezza di quale sia il proprio portfolio assicurativo o di quanto previsto dalla sua polizza e quali siano le modalità con cui ottenere indennizzi, assistenza (anche di tipo sanitario), servizi, supporto. Quali strumenti digitali evoluti potrebbero aiutarlo (e aiutare le Compagnie) a migliorare e velocizzare la gestione dei sinistri?

Alucune risorse utili:

 

Per saperne di più su come presentare la tua business idea leggi l’articolo ‘Dall’idea di business al modello di business‘ e ‘Cos’è e come realizzare un pitch deck senza problemi

 

 Cos’è la Disruptor Challenge

Disruptor Challenge 2018 è la prima edizione di una GARA multi-contest che darà una bella occasione a tanti giovani di aprire la porta del proprio futuro professionale. C’è tempo fino al 10 dicembre per partecipare!

Posssono partecipare studenti universitari e neolaureati, che potranno sfidarsi in 10 contest tematici, in 5 diversi ambiti tecnologici e settoriali, realizzati in collaborazione con:

      • Accenture per ‘The future of Human and Machine Interaction’
      • Enel per ‘The future of energy’
      • Generali Italia per ‘The future of insurance’
      • GI Group per ‘The future of work’
      • Telepass per ‘The future of mobility’

Su ogni tema è possibile partecipare in due categorie:

Nella sezione contest tematici troverai tutte le informazioni e i dettagli utili per candidarti.

La partecipazione è #unlimited, cioè puoi candidarti anche a tutti i contest se hai grande creatività e molte idee, e vincerne uno!