Avrai notato che nella nostra Disruption Challenge una categoria di sfida è quella che abbiamo definito ‘Future Vision‘. Con questa categoria abbiamo voluto dare spazio anche a chi non ha un’idea imprenditoriale di partecipare al nostro contest con le proprie idee, traducendole in un articolo ‘visionario’ , un articolo ‘insight’ (come usano le società di consulenza) che dia risposta alla richiesta di un contest specifico, illustrando una personale visione. Sono contest bellissimi, che daranno spazio alla tua creatività e comprensione degli scenari futuri, ora ti spieghiamo meglio come realizzare l’articolo.

Sgombriamo subito il campo da quello che NON vogliamo: un racconto di fantascienza totalmente basato sulla tua fantasia. Quello che vorremmo ricevere è un articolo in cui metti in gioco la tua creatività, ma partendo ed elaborando dati e trend tecnologici.

Un po’ più difficile, un po’ più facile…dipende dalle tue attitudini e competenze.

E’ quello che spesso fanno le società di analisi e consulenza: partono dal lavoro di ricerca dei trend, delle tecnologie e dei fenomeni emergenti, realizzando propri report ed ‘osservando il mondo’, approfondendo i macro-trend, gli scenari politici, economici, tecnologici, la società. Studiare e capire tutto questo, saperlo interpretare, deve condurre soprattutto a delle previsioni, che oggi sono sempre più basate sui big data perché se ne ha una grande quantità a disposizione; ma sono anche basate sul cosiddetto ‘insight‘, parola di cui troverai varie interpretazioni, noi accogliamo qui quella di ‘intuizione’. Qualcosa che spesso può sembrare slegata dai dati, anche se in realtà non lo è: semplicemente predilige determinate variabili nell’ambito di una serie possibile per giungere a conclusioni non banali.

Quindi la prima attività che dovrai fare se intendi partecipare alla Disruptor Challenge nella categoria ‘Future Vision’ è una ricerca preparatoria alla stesura dell’articolo: cerca materiale in rete e in qualunque altro luogo tu ritenga opportuno, sul tema specifico del contest che hai scelto, trova report per i dati di mercato, esplora anche risorse sommerse, siti stranieri, siti delle università, di centri di ricerca e di trasferimento tecnologico, siti delle organizzazioni mondiali che si occupano di determinati temi, scova autori, ricercatori, pensatori, imprenditori, influencer (anche sui social network come Linkedin o Medium) che con le loro riflessioni possono agevolare la crescita della tua visione.

Man mano che la tua conoscenza del tema si approfondisce, vedrai che scoprirai cose nuove e immaginerai cose nuove.

E’ a questo punto che devi cominciare a scrivere, la struttura che dovrà avere il tuo scritto, come riporta il Regolamento del contest, è quella di un articolo di giornale o, se preferisci, di una minitesi:  titolo; sommario; indice degli argomenti trattati; svolgimento (min. 2500 battute max 5000, per battute si intende numero di caratteri spazi inclusi); fonti utilizzate per la ricerca.

Esempi

Qui di seguito una serie di esempi di articoli (e fonti) che elaborano una ‘future vision’ partendo da trend e dati concreti (sono tutti in inglese, che è la lingua che  consigliamo per ampliare lo spettro delle ricerche online):

 

Stesura articolo

Per quanto riguarda la stesura vera e propria del testo ci rimettiamo alla tua capacità e creatività. Tuttavia, ti ricordiamo che abbiamo scritto in passato articoli decìdicati alla ‘scrittura’, che ti suggeriamo di rivedere:

 

Pronto dunque ad affrontare le sfide delle ‘future vision’? Le hai già viste?

Qui trovi tutti i contest tematici troverai tutte le sfide e i dettagli utili per candidarti, entro il 10 dicembre 2018.

Qui leggi di più sui contest e l’iniziativa.