Ti sarà capitato di avere in mente un’idea imprenditoriale che a te pare grandiosa. E magari lo è, ma per saperlo devi metterti in moto: il primo passo è lavorare sull’idea ma facendo il passaggio verso il modello di business, ovvero devi dare una prima configurazione in forma imprenditoriale e più ragionata al film che hai in testa. Due video molto carini e veloci che abbiamo selezionato spiegano come fare con lo strumento del business model canvas.  Ti potrebbe essere di aiuto se stai pensando di partecipare alla nostra Disruptor Challenge!

 

 

Ricapitolando,  il video ci dice che:

  • un’idea grandiosa non diventa necessariamente un successo
  • per avere successo una grande idea deve avere un business model che funziona
  • la tua idea dovrà piacere ai clienti, rispondere a una loro esigenza, un bisogno, cioè deve creare del valore per loro
  • deve essere finanziariamente sostenibile e scalabile, cioè essere in grado di crescere velocemente

Quello che non dice, e che aggiungiamo noi, è che il match con il mercato è probabilmente la caratteristica più importante: qualora manchi, tale elemento rappresenta la prima causa di mortalità delle startup.

Perciò è molto importante cominciare a valutare se la propria idea ‘ha senso’ partendo dal definire un modello di business iniziale.

Lo strumento maggiormente utilizzato dalle startup, e insegnato nelle migliori business school del mondo, è il ‘business model canvas‘, ideato da Alexander Osterwalder,  il quale dice che  “Il Business Model descrive la logica con la quale un’organizzazione crea, distribuisce e cattura valore.” Tale valore può essere la soddisfazione di un desiderio, la risoluzione di un problema, o svolgere un ‘compito’ importante.

Quindi se hai un’idea, deve essere in grado di rientrare in una di queste tre categorie.

Il business model canvas è un framework che in un’unica pagina rappresenta sotto forma di blocchi i 9 elementi costitutivi di una strategia di business:

  • clienti
  • value proposition
  • canali di distribuzione
  • flussi di ricavi
  • relazioni con i clienti
  • risorse chiave
  • attività chiave
  • costi
  • partner

Vediamo meglio cosa significa ognuno di questi blocchi.

Vuoi metterti alla prova?

Qui il sito italiano dove potrai trovare tante altre informazioni e scaricare gratuitamente un modello di business model canvas.

Se partecipi alla nostra Disruptor Challenge con la tua business idea, il business model canvas potrebbe aiutarti a definire, strutturare e illustrare meglio la tua idea ed essere uno dei documenti allegati.

Hai già visto i contest tematici della Disruptor Challenge? Guardali subito qui…