Buone notizie per gli studenti che hanno ambizioni imprenditoriali, in particolare per quelli del Politecnico di Milano. Grazie a un’alleanza con il fondo di venture capital 360 Capital Partners e al sostegno di ITAtech (Cassa Depositi e Prestiti), nasce Poli360, un nuovo fondo di investimento con una dotazione di 60 milioni di euro, destinato a supportare lo sviluppo di progetti e startup ad alto contenuto tecnologico incubate da Polihub. 

Poli360 è un modello di fondo unico nel suo genere in Italia attualmente e, ci si augura, che possa diventare anche un modello di riferimento per dare maggiore sostegno a tutta quella ricerca tecnologica e scientifica di grande qualità che in Italia viene prodotta in tanti atenei, ma il più delle volte non si trasforma in impresa innovativa (o se lo fa ha breve respiro). Poli360 fa leva sulle potenzialità di ricerca e sul bacino di competenze della università Politecnico di Milano e sulla piattaforma di trasferimento tecnologico gestita dal Technology Transfer Office e dall’incubatore di startup PoliHub;  ma anche sulle capacità del fondo 360 Capital Partners, primaria società europea di venture capital che gestirà il fondo e lavorerà in stretta collaborazione con le strutture dell’Ateneo.

Gli investimenti verranno utilizzati per sostenere lo sviluppo di progetti e startup ad alto contenuto tecnologico, basate su ricerca e proprietà intellettuale, nei settori della manifattura industriale e dell’automazione, della gestione efficiente dell’energia, delle infrastrutture civili e di telecomunicazione, dello sviluppo dei materiali avanzati e del design. Settori che sono anche strategici per lo sviluppo nel Paese dell’Industria 4.0.

Gli investimenti copriranno l’intero ciclo di vita dei progetti di innovazione, dalle fasi più precoci, incentrate sullo sviluppo tecnologico (come la prototipazione e validazione in campo), a quelle di trasferimento di proprietà intellettuale all’industria e di creazione di impresa high-tech.

Poli360 potrà contare sull’investimento della Piattaforma ITAtech e sul sostegno di importanti gruppi industriali italiani. Il fondo sarà aperto alla partecipazione di ulteriori partner aziendali interessati a una collaborazione concreta sul fronte dell’open innovation e della creazione di impresa.