Lavorare mentre si studia non è semplice, ma spesso necessario per avere qualche soldo in tasca e fare esperienza. Oggigiorno una delle attività lavorative molto popolare tra gli studenti universitari è quella del ‘runner’ per le società che consegnano pacchi e cibo a domicilio, come Amazon o Deliveroo. Ma il mondo digitale non offre solo queste possibilità: esistono alternative molto interessanti sviluppate da startup italiane. Ecco 5 piattaforme che ti permettono di guadagnare mettendo a frutto le tue vere capacità.

YoAgents – Per ‘venditori’

E’ la prima piattaforma in Italia che permette di guadagnare proponendo servizi innovativi a tutti gli esercizi, ovvero permette a chi ha l’attitudine del venditore di diventare effettivamente l’agente commerciale, l’ambassador,  di un’azienda, un prodotto o servizio. Come lo fa? E’ sufficiente iscriversi alla piattaforma, gratuita, dove trovi servizi, startup e prodotti innovativi da proporre sul mercato. Sarai tu a scegliere quella che vuoi promuovere, e in click cominciare a lavorare, zero burocrazia perché pensa a tutto la piattaforma, come spiega il fondatore di questa startup nel video.

La startup ha già attirato l’attenzione degli investitori e ottenuto ottimi investimenti.

 

Teeser – Per creativi del fashion

Teeser è il primo social network 100% made in Italy che nasce per offrire a tutti un nuovo modo di comunicare ed esprimere la propria personalità attraverso un vero prodotto da indossare,  la T-shirt. Sulla piattaforma è infatti possibile acquistare magliette (e felpe e cover) personalizzandole con una grafica o delle scritte di propria scelta. Oppure, attingendo alle idee creative proposte dalla community di designer. Il designer, o teesigner, può essere chiunque, tutti possono affermarsi e guadagnare dalla propria creatività.Teeser riconosce a tutti i Teesigner della community una percentuale di guadagno su ogni vendita realizzata. La percentuale riconosciuta è del 10% sul prezzo di vendita.

La startup è già stata notata: il suo fondatore Tommaso Lenzi è appena stato selezionato dal network internazionale EndeavorX come imprenditore emergente.

Se sei un creativo, guarda subito come funziona qui!

 

Zooppa – Per creativi della comunicazione

Zooppa è stata una delle prime piattaforme italiane di crowdsourcing, cioè una piattaforma che abilita qualsiasi persona a collaborare alla realizzazione di un progetto con le proprie idee. Ha fatto tanta strada ed è oggi una delle community di creativi più grandi al mondo con oltre 400mila utenti e clienti come Ferrero, Perugina, Fca, Unilever.  I clienti, attraverso Zooppa, lanciano contest creativi che sono generalmente in ambito comunicazione e pubblicità: video, spot, un’immagine, o anche solo idee di comunicazione. I contenuti migliori ottengono premi in danaro, ed entrano in contatto con l’azienda stessa, che può dare nuove opportunità di lavoro. Qui il sito. 

 

Mathesia – Per cervelloni

Mathesia è una piattaforma di crowdsourcing dedicata alla matematica applicata e destinata alle aziende che vogliono fare innovazione nel campo della data science, della modellistica matematica, della simulazione o dell’ottimizzazione. La piattaforma infatti, attraverso la proposizione di challenge, permette di risolvere i problemi posti dalle aziende clienti attingendo alla community dei ‘cervelli’. Questo cervello puoi essere tu, e sarai retribuito.

Leggi di più e registrati da qui. 

Il video qui di seguito non dice molto rispetto alla community di ‘brainies’, ma spiega il servizio offerto da Mathesia alle aziende.

Starbytes – Per nerd

E’ una piattaforma in cui le aziende possono trovare collaboratori freelance nei settori della grafica e dell’Ict: siti web, app, sviluppo software, data-entry, traduzioni, grafica, ecc.

Attraverso Starbytes hai la possibilità di lavorare online e trovare nuovi progetti adatti alle tue competenze ogni giorno: registrando crei il tuo profilo in cui puoi evidenziare le tue competenze e sei pronto per lavorare.

Su questa piattaforma puoi guadagnare in due diversi modi: partecipando ai contest o rispondendo con un preventivo alle offerte di lavoro. La piattaforma è molto coinvolgente anche per chi non riesce ad aggiudicarsi un contest o un lavoro, perché stimola sempre a partecipare per migliorare il proprio profilo ( e le proprie competenze) e offre altre forme di ricompensa. Guarda subito il sito!