Tra le domande che puntualmente vengono fatte ad ogni colloquio di lavoro, la più delicata e imbarazzante è ‘perché vuoi lavorare nella nostra azienda?’. Come rispondere? E’ evidentemente una domanda trabocchetto, dalla cui risposta i recruiter hanno modo di capire molto di te e del tuo approccio al lavoro. Non c’è ovviamente una risposta pre-formata, ma ecco alcuni consigli che ti aiuteranno a esprimere la migliore delle risposte se vuoi ottenere il posto di lavoro.

Perché si tratta di una domanda così frequente? Consente ai responsabili delle assunzioni di valutare il tuo entusiasmo per il ruolo e il tuo livello di conoscenza dell’azienda. Ovvero, vogliono vedere se hai fatto i compiti a casa informandoti bene sull’azienda, e se hai davvero consapevolezza del ruolo professionale che andrai a ricoprire.

Il recruiting oggi non è banale, perché tutte le aziende hanno oramai capito che un pilastro del loro benessere e della loro crescita è l’acquisizione di talenti. Il talento non è un superuomo, ma semplicemente una persona ad alto potenziale che per le sue caratteristiche, la sua passione e competenze può portare reale valore all’azienda stessa e anche aspirare a una carriera al suo interno.

I tre consigli, visualizzati anche in infografica, sono stati sintetizzati da una delle migliori agenzie di recruiting al mondo Michael Page.

 

colloquio di lavoro