Le competenze digitali sono fondamentali, ma non bastano. A fare da corollario e a fare la differenza, anche tra un candidato e un altro, nel nuovo pianeta lavoro, sono proprio le cosiddette ‘ soft skills’ e le ‘digital soft skills’, ecco in cosa consistono e quali sono le differenze.

Immaginiamo che un’azienda stia cercando il suo nuovo CTO – Chief Technical Officer, una di quelle nuove professioni oggi molto richieste, una figura manageriale di primo livello che all’interno delle aziende coordina le attività legate all’ICT, a R&D, ai processi di digitalizzazione. E’ un professionista che deve naturalmente possedere delle precise competenze tecniche – digitali, ad esempio conoscere linguaggi di programmazione, architetture hardware e software, data management, sicurezza, cloud, ogni professionista può approfondire e specializzarsi in direzioni diverse, fermo restando che le competenze debbano essere il più possibile variegate. E cos’altro?

Quali altre caratteristiche deve possedere un candidato per essere un buon CTO?

Le ‘soft skills’!

Il CTO nel proprio lavoro deve confrontarsi con diverse funzioni aziendali, con diverse persone, e riuscire a interagire e mediare con tutte loro; deve saper mettere in piedi il suo team e guidarlo; deve essere capace di gestire progetti e risolvere problemi; deve capire il mercato e il mondo della comunicazione.

Basta così? No, ci sono anche le ‘digital soft skills’!

Le ‘digital soft skills’ sono le competenze di tipo relazionale e comportamentale che consentono alle persone di utilizzare efficacemente i nuovi strumenti digitali. 

Ecco una piccola guida realizzata dal team di P4I – Partners4Innovation e basato sugli studi della Commissione Europea e del Politecnico di Milano.

 

KNOWLEDGE NETWORKING:

è la capacità di identificare, salvare, organizzare, dare valore e condividere informazioni disponibili online sui social network e nelle comunità virtuali.

Competenze

·       Navigare, ricercare e filtrare dati, informazioni e contenuti digitali

·       Valutare dati, informazioni e contenuti digitali

·       Sviluppare contenuti digitali

·       Integrare e rielaborare contenuti digitali

·       Gestire dati, informazioni e contenuti digitali

·       Condividere con le tecnologie digitali

 

VIRTUAL COMMUNICATION:

è la capacità di comunicare efficacemente, coordinare i progetti e gestire la propria identità digitale in ambienti digitali.

 

·       Interagire con le tecnologie digitali

·       Collaborare attraverso le tecnologie digitali

·       Gestire l’identità digitale

·       Strutturare contenuti digitali in modo visuale

DIGITAL AWARENESS:

significa essere in grado di comprendere l’uso corretto degli strumenti digitali con la dovuta attenzione all’equilibrio tra vita professionale e salute personale.

Competenze

·       Proteggere i dispositivi

·       Proteggere i dati personali e la privacy

·       Tutelare la salute e il benessere

·       Netiquette

 

SELF EMPOWERMENT:

significa possedere le conoscenze necessarie e padroneggiare gli strumenti digitali per risolvere i problemi; essere in grado di risolvere problemi complessi attraverso un utilizzo consapevole degli strumenti digitali.

Competenze

·       Risolvere problemi tecnici

·       Identificare i bisogni e le risposte tecnologiche

·       Identificare i gap di competenza digitale

·       Essere aperto