Obiettivo: creare un esercito di professionisti Tic (o Ict) entro il 2020. Se i dati generali sulla crescita della disoccupazione fra i giovani preoccupano, allo stesso modo preoccupa le autorità europee il fatto che nel Vecchio Continente mancheranno nei prossimi anni fino a 750mila professionisti qualificati nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Il problema alla base è quello che nel nostro blog evidenziamo spesso: chi entra o sta per entrare nel mondo del lavoro non ha la preparazione e le competenze digitali necessarie per trovare lavoro.

La Commissione europea ha dato quindi il via a una nuova coalizione per le competenze e le occupazioni digitali, la prima grande coalizione era già stata avviata nel 2013, quando grazie all’iniziativa sono stati formati oltre due milioni di persone attraverso oltre 80 organizzazioni di sostegno, e sono state create 13 coalizioni nazionali per le competenze digitali negli Stati membri.

Ma ciò non è bastato, perchè la fame di professionisti del digitale nel mondo del lavoro oggi è davvero elevatissima.
La nuova inziativa della Commissione europea sarà condotta in collaborazione con gli Stati membri, le imprese, le parti sociali, le Ong e gli operatori del settore dell’istruzione. In particolare, oltre alle 13 coalizioni nazionali nate nel 2013 saranno avviate tre nuove coalizioni nazionali nella Repubblica ceca, in Estonia e in Slovenia e altre quattro in corso di creazione per realizzare una coalizione nazionale in tutti gli Stati membri entro il 2020.

Ecco quali sono gli obiettivi che saranno perseguiti dalla coalizione:

  • Formare 1 milione di giovani disoccupati per i lavori digitali vacanti attraverso stage / tirocini, apprendistato e programmi di formazione a breve termine.
  • Sostenere il miglioramento delle competenze e la riqualificazione della forza lavoro e, in particolare, adottare misure concrete per sostenere le PMI che affrontano problemi specifici nell’ attrarre e trattenere i talenti digitali e adeguare la loro forza lavoro alle nuove esigenze.
  • Modernizzare l’istruzione e la formazione per fornire a tutti gli studenti e gli insegnanti  la possibilità di utilizzare strumenti e materiali digitali nelle loro attività di insegnamento e di apprendimento e di sviluppare e aggiornare le proprie competenze digitali.
  •  Riorientare e fare uso di fondi disponibili per sostenere le competenze digitali e svolgere la sensibilizzazione circa l’importanza delle competenze digitali per l’occupabilità, la competitività e la partecipazione alla vita sociale.

Nel video qui di seguito la Commissione illustra il programma europeo New skills Agenda for Europe.