Un rapporto di UnionCamere e Ministero del Lavoro, indica come stia crescendo l’importanza delle competenze digitali nella ricerca del lavoro anche per neolaureati in discipline come architettura: è la nuova frontiera della smart city a richiederlo. Previste oltre 90 mila assunzioni per i laureati con adeguate digital skill.

schermata-2016-10-19-alle-12-14-42La metà dei laureati in architettura, in scienze politiche ed economia che le imprese italiane intendono assumere nel corso del 2016 dovranno avere competenze digitali. Stesso requisito per il 40% dei neo assunti freschi di corsi universitari in lingue o ingegneria. Lo rileva l’ultimo rapporto elaborato dal Sistema informativo Excelsior di Unioncamere con il Ministero del Lavoro che prevede 91.500 assunzioni entro il 2106 con le digital skill fra i requisiti indispensabili.

Da notare, ma non sorprende, il primato delle nuove assunzioni di laureati in architettura, urbanistica e territorio: al 51% di loro sarà richiesta una conoscenza del mondo 2.0, fatto che si lega certamente all’emergere delle nuova frontiera della “smart city” (come riportato anche in questo articolo di CorCom).. La città intelligente del futuro coinvolge in prima linea architetti e ingegneri, chiamati alla progettazione di spazi urbani basati su tecnologie che rendano la vita più confortevole, sana, sostenibile. Un settore in grande espansione, nel quale anche l‘Europa sta sostenendo molto,  e rispetto al quale anche le Università dovrebbero cominciare ad attrezzarsi meglio con corsi, indirizzi, master ad hoc. (in Italia ci sono stati delle prime iniziative, per esempio, nelle Università di Firenze, Trento, Roma – Tor Vergata e Perugia. Un tema che riprenderemo a breve).

 

schermata-2016-10-19-alle-12-15-00Le città dove si assume di più

L’85% di questi contratti saranno firmati fra Milano, Roma, Trieste, Bologna e Firenze.

Nel sito “Italian Smart City” (molto carino e ben fatto) puoi verificare tutti i progetti e gli investimenti per rendere le città italiane più intelligenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

schermata-2016-10-19-alle-12-14-52

 

 

Tra le professioni dove c’è più richiesta di digitale spiccano gli specialisti in scienze economiche e nei rapporti con il mercato e i tecnici di vendita, distribuzione, marketing e gestione finanziaria.