Non occorre che tu sia sempre stato il migliore nei temi d’italiano, la buona scrittura si può imparare. Ecco 5 semplici consigli che ti potranno servire se vuoi cominciare a scrivere per il web e partecipare alla nostra gara “Giornalisti 2.0”.

Chi scrive per il web non sta solo dando una notizia: sta creando per il lettore un’esperienza di co-creazione della notizia. Attraverso link, immagini e riferimenti, il lettore è condotto in un viaggio che parte dalla notizia o dal tema proposto per amplificarsi attraverso la sua stessa sensibilità e interesse. Il risultato finale, quello che rimane al lettore, sarà un’esperienza ricca, unica, in cui il lettore stesso è diventato in parte autore.

Come si scrive per il web?

Ecco 5 consigli basic che ti saranno utili per scrivere un buon articolo:

Search : copiare da una fonte è plagio, ispirarsi e confrontarne molte è ricerca, ma cerca di trovare un tuo taglio per l’articolo sviluppando argomentazioni intorno a un unico topic, focalizza ; un articolo web deve essere ricco (senza eccedere) di link a siti che consentono l’approfondimento, a video e immagini rilevanti, alle fonti sopratutto se si riportano dati e opinioni; impara a reperire e leggere dati.

Structure: le 5 w del giornalismo anglosassone (what, who, where, when, why) le sai già, vero? per articoli che non siano breaking news non sempre sono di facile applicazione ma sono un ottimo strumento per strutturare le argomentazioni, per mettere in ordine i pensieri

Lead: è l’attacco del pezzo, rimane sempre la parte più importante di un articolo perchè è quella che il lettore (che ha un limite di attenzione piuttosto basso in generale, e sul web di più)  sicuramente leggerà. Se l’avete fatto bene leggerà anche il resto. Sul web è consigliabile che il lead tenga conto di qualche accorgimento Seo (ne parleremo nel prossimo articolo)

Reader centric vs writer centric: dimentica te stesso e parla la stessa lingua del tuo potenziale lettore. Leggibilità, chiarezza, fluidità del linguaggio, informazioni di valore porteranno il lettore alla fine del tuo articolo. Individua il tuo potenziale lettore e scrivi per lui, non per la massa indistinta.

Less is more: asciuga la scrittura, dimentica quanto possibile gli aggettivi e preferisci le frasi brevi; se scrivi per una testata giornalistica tendenzialmente risparmia i commenti personali e i giudizi ; prima di considerare definitivo il tuo pezzo, rileggilo e taglia senza pietà quanto superfluo, quello che non aggiunge nulla; non gongolarti nel piacere della tua “bella scrittura”, non stai partecipando al Premio Campiello.

Se t’interessa scrivere per il web, per diventare giornalista o misurarti con un’attività professionale molto contemporanea; se c’è un tema legato al digitale e all’innovazione in cui sei particolarmente esperto, partecipa alla gara “Giornalista 2.0” di University2Business: i migliori articoli saranno pubblicati e pagati e potrai avviare una collaborazione con la nostra redazione.

University2Business cresce e vuole individuare potenziali collaboratori, offrendo una concreta possibilità di formazione e crescita all’interno di una delle redazioni del network Digital360, focalizzate sui temi dell’innovazione e del digitale.

Vai subito alla gara Giornalista 2.0