Durante i colloqui di lavoro, può spesso capitare che il recruiter ti ponga la domanda “perché sei interessato a questa posizione?”

Seppur di primo impatto possa sembrare una domanda banale, in realtà bisogna prestare molta attenzione a come si risponde. Può, infatti, risultare difficile comunicare correttamente il motivo per cui una determinata posizione possa essere adatta a te.

 

Ecco dunque tre consigli per cercare di strutturare una buona risposta a questa domanda senza cadere nel banale e far brutta figura con il recruiter:

 

  • Dimostra entusiasmo per l’azienda: la risposta alla domanda “perché vuoi questo lavoro?” è un’ottima occasione per dimostrare le tue conoscenze dell’azienda per cui stai facendo il colloquio, elemento che i recruiter valutano molto positivamente. Prima del colloquio è bene riservarsi del tempo per cercare alcune informazioni sull’azienda e selezionarne alcune che possano essere inserite nel tuo discorso. Potresti consultare il sito web dell’azienda e, se presente, il blog, andando a leggere anche vecchi post, o parlare con qualche ex dipendente: in questo modo sembrerà che ti stai interessando all’attività dell’azienda da molto tempo. Questi accorgimenti riescono a darti una marcia in più agli occhi dei recruiter.
  • Allinea le tue capacità e le tue esperienze con la posizione che vorresti ricoprire: cercare di “vendere” il motivo per cui sei adatto alla posizione lavorativa. Per far questo puoi scegliere se focalizzarti sulle tue precedenti esperienze, spiegando cosa hai fatto in passato, o sulle tue capacità. Leggi attentamente l’annuncio lavorativo, evidenzia le parti che più ti interessano e cerca di trovare un paio di “desired skills” di cui poter parlare nel colloquio.
  • Collegati al tuo percorso di carriera: se riuscissi a dimostrare che la job position per cui ti stai candidando, rappresenta un percorso fondamentale per la tua carriera e che per te rappresenta un’ottima opportunità per raggiungere i tuoi obiettivi, i recruiter saranno ancora più contenti di investire su di te, perché capiranno che sei una risorsa altamente determinata e motivata.

 

Se durante il colloquio metterai insieme questi tre elementi potrai stupire positivamente i recruiter per le tue conoscenze e per il tuo entusiasmo nell’aver scelto quell’ azienda, per le tue capacità e per il fatto che sei il candidato giusto per ricoprire quella posizione.