Nel 2014 Daniele Ratti, classe 1992,  ancora studente di Ingegneria Informatica all’Università di Bergamo, fonda Fatture in Cloud, piattaforma che sfrutta la tecnologia ‘cloud’ per  tenere in ordine la contabilità di liberi professionisti e Pmi calcolando in automatico fatturato, costi, utile, stima del guadagno medio mensile. Una soluzione tecnologica di cui il mercato aveva bisogno e che porta la startup in meno di quattro mesi dal lancio ad avere 8500 aziende clienti e, a un anno dalla fondazione, nel 2015, ad essere acquisita per 1,5 milioni dal gigante TeamSystem. In un paio di anni Daniele Ratti ha lanciato una startup e fatto una exit milionaria, coronando il sogno di ogni ‘startupparo’.

TeamSystem, colosso del software e nei servizi per professionisti e aziende (ricavi di circa 260 milioni di euro, per 1.800 dipendenti, 800 partner e 185mila clienti su tutto il territorio), nel 2015 acquisisce il 51% dell’innovativa startup italiana Fatture in Cloud. Un caso straordinario nel contesto italiano: una startup che ha circa un anno di vita, fondata da uno studente bergamasco di 23 anni, Daniele Ratti, che offre un nuovo sistema di gestione della contabilità che rivoluziona il modo di lavorare delle micro-imprese e dei liberi professionisti che con pochi click possono registrare e gestire la propria fatturazione e contabilità in maniera semplice, da qualsiasi dispositivo (tablet, smartphone, desktop) e su qualsiasi piattaforma tecnologica.

Per Daniele è il coronamento di un sogno: lui che, come racconta qui, ha coltivato da giovanissimo la voglia di fare impresa, che a 16 anni già programmava e vendeva applicazioni, che aspettava i 18 anni per aprire la partita iva, beh, ha avuto una bella soddisfazione!

Il team di Fatture in Cloud

 

 

Sono orgoglioso del fatto che una grande software house italiana come TeamSystem abbia deciso di puntare sulle potenzialità della soluzione da me ideata – aveva detto Daniele Ratti CEO di Fatture in Cloud – Questo dimostra che non solo in Silicon Valley, ma anche in Italia, le start up innovative possono riscuotere successo perché ci sono aziende come TeamSystem che hanno il coraggio di investire sui giovani e sull’innovazione.”  

 

 

Daniele fa la sua exit, ma rimane alla guida della società che ha creato dimostrandosi anche un abile manager, perchè nell’arco di un anno raggiunge importanti risultati superando i 2 milioni di fatturato, 130mila utenti registrati e puntando a estendere la propria soluzione alla gestione non solo della contabilità ma anche del personale, con il progetto ‘Dipendenti in Cloud’.

Ma non solo.

Fatture in Cloud ha inaugurato una nuova sede a Bergamo più adatta alla crescita del team che oggi raggiunge le 12 persone, età media 29 anni (a proposito, ci sono posizioni di lavoro aperte) e ha avuto anche l’idea di una serie web intitolata ‘Vita da startupper’.  Qui di seguito la terza puntata della serie, in cui Daniele offre alcuni buoni consigli a chi avvia la sua prima startup, ovvero:

  • validare l’idea
  • mettere in piedi un team di persone fidate
  • execution
  • non aver paura di raccontare l’idea
  • partecipare alle competition per startup